Quali sono i segreti e i tratti distintivi dei brand più amati nel mondo

Scopriamo quali sono i brand più amati nell'era del digitale e soprattutto come hanno fatto a conquistare in modo così netto la fiducia dei loro consumatori.
brand più amati
1
Giu

Quali sono i segreti e i tratti distintivi dei brand più amati nel mondo

La rivoluzione del digitale ha stravolto le logiche della comunicazione e del marketing, cambiando le carte in tavola anche per i grandi brand. Innumerevoli aziende, di fatto, si sono limitate a subire il cambiamento. Altre, invece, sono riuscite a cavalcarlo e ora stanno vivendo una crescita dirompente: non solo in termini di business e vendite, ma anche in termini di fiducia e relazioni di valore con il loro pubblico. Andiamo a scoprire quali sono in questo momento i brand più amati nel mondo e perché.

I brand più amati al mondo secondo Accenture

Accenture Interactive e Fjord sono arrivati a elaborare il Love Index, la “formula dell’amore per il brand”. Viene rappresentata sotto forma di un pentagono ed è costituita da cinque dimensioni, che formano l’acronimo FRESH.

  • Fun. Riesce a divertire gli utenti e mantenere viva la loro attenzione.
  • Relevant. Consente di trovare facilmente informazioni chiare e rilevanti.
  • Engaging. Risponde alle esigenze degli individui e si adatta alle loro aspettative.
  • Social. Non si limita a fornire un prodotto o un servizio, ma agevola la creazione di relazioni umane.
  • Helpful. È efficiente, facile da usare e si perfeziona con il passare del tempo.

Ma quali sono le aziende che rispondono in modo efficace a questi cinque requisiti? A fornire una risposta è sempre il Love Index 2016, con questa classifica dei brand più amati dagli statunitensi.

  1. Apple
  2. Microsoft
  3. Netflix
  4. Samsung
  5. Sony
  6. Google
  7. Amazon
  8. Fitbit
  9. Facebook
  10. Wal-Mart

Come costruire un brand di valore nell’era del digitale

Ma come si fa, nell’era del digitale, ad affermare i propri valori di brand in modo così netto e positivo? Insomma, quali sono le regole d’oro per un brand nell’era del digitale? Secondo il report Top 100 most valuable global brands 2017pubblicato da Brandz, gli imperativi sono cinque.

  1. Be purposeful. In un mondo incerto e destabilizzante, il brand deve fare una promessa chiara e distintiva al suo pubblico, che così lo percepisce come rassicurante.
  2. Be different. La distintività è un elemento sempre più decisivo della brand equity.
  3. Be elastic. Il brand deve focalizzare la propria attenzione sui desideri e sui bisogni del cliente, non sui «paletti» posti dal settore in cui opera.
  4. Be responsible. I brand che non sono autentici e trasparenti rischiano sempre più spesso di essere soggetti a problemi reputazionali.
  5. Be prepared. I pubblici si aspettano che i brand prendano posizione su innumerevoli tematiche anche importanti, proprio come se lo aspettano da un amico o da un parente.

Lavori anche tu per un grande brand? Ti rispecchi in queste regole?