Food & Grocery online: sfide di un settore in crescita

Gli italiani si appassionano alla spesa online: superate le diffidenze, gli acquisti di food & grocery tramite ecommerce prendono il volo.
Food & Grocery Online
21
Lug

Food & Grocery online: sfide di un settore in crescita

L’evoluzione tecnologica e lo sviluppo della rete hanno influenzato ogni ambito del quotidiano, rivoluzionandolo in modo profondo. Mai si sarebbe pensato che, superate le prime resistenze legate alla smaterializzazione dell’offerta e alla diffidenza verso il non comprare personalmente i generi alimentari, la spesa online sarebbe diventata tanto popolare. Il cambio di prospettive e di abitudini è radicale: si risparmiano tempo, fatica e denaro, per veder arrivare direttamente a casa propria un’ampissima scelta di prodotti. Anche in Italia il settore ha subito una crescita molto elevata, lo dimostrano le statistiche raccolte dall’Osservatorio eCommerce B2C.

Osservatorio Food & Grocery Online

L’Osservatorio Ecommerce B2C approfondisce i trend del food & grocery online.

Food & Grocery online: l’ecommerce è servito?

La ricerca dell’Osservatorio eCommerce B2C del Politecnico di Milano ha posto sotto i riflettori il panorama italiano del Food & Grocery online. La sua crescita quest’anno è stata stimata nel 37% in più rispetto al 2016. È il settore e-commerce che ha avuto l’incremento più consistente, con un fatturato di 812 milioni di euro. Rimane tuttavia quello con incidenza più bassa (4%) rispetto al totale delle vendite online. Un meccanismo che inizia ora a ingranare grazie anche alla spinta di Amazon Prime, che ha portato gli italiani ad essere più in confidenza con le logiche dell’e-commerce e delle spese online. Diamo uno sguardo alla composizione di queste spese.

  • L’87% dei prodotti acquistati sono generi alimentari, per un valore di 708 milioni di euro. All’interno di questa cifra:
    • 54% prodotti secchi.
    • 31% prodotti freschi.
    • 9% alcolici.
    • 5% bevande.
    • 1% alimenti surgelati.
  • Il 13% è costituito da prodotti healthcare (valore di 104 milioni di euro).

Il confronto col panorama internazionale del settore vede l’Italia rimanere nettamente indietro rispetto agli altri paesi. La penetrazione, pari allo 0,5%, è inferiore a quella registrata in altre nazioni (8% in UK, 6% in Francia e 2% in Germania e USA).

Le sfide future

Durante il convegno di presentazione della ricerca, tenutosi il 28 giugno 2017, sono emerse anche le sfide a cui il settore andrà incontro nei prossimi tempi. Per garantire innovazione e crescita costante si dovrà lavorare su diversi fronti.

  • Agire su fattori chiave legati alla scelta del canale d’acquisto, quali il prezzo, la qualità, la convenienza e la selezione di prodotti.
  • Creare una maggiore complementarietà tra canali offline e online, così da aumentare da una parte l’engagement del consumatore, dall’altra le vendite multicanale.
  • Informare maggiormente i consumatori, aumentandone la conoscenza del settore, così da sviluppare strategie multicanale ed esperienze personalizzate.
  • Adattare ogni ambito del settore (marketing, merchandising, distribuzione e operation) ai cambiamenti in atto.

La comunicazione e il marketing, soprattutto quelli fatti attraverso le piattaforme social, hanno un ruolo decisivo nell’orientare le scelte di consumo e le modalità di acquisto delle persone. Diventa quindi imperativo trovare nuovi modi di promuovere i servizi di food & grocery online. In questo contesto prevale la necessità di costruire strategie di contenuti ad hoc per i canali di comunicazione online, con particolare attenzione all’utilizzo di contenuti visuali, che in questo ambito continuano a funzionare. Le immagini risultano infatti straordinariamente accattivanti ed efficaci, affiancate dall’esplosione di video a seguito del successo virale di quelli di BuzzFeed Food.

 

Fonti

Mark-up

WixBlog 

Osservatori.net

Social Media Week

 

 

Leave a Reply

LOGIN

Accedi alla tua area riservata