Facebook advertising, due case history di successo nel retail

Vi raccontiamo le esperienze di due aziende retail che hanno raggiunto risultati di tutto rispetto con le loro campagne di Facebook advertising.
Facebook advertising, due casi di successo
21
Feb

Facebook advertising, due case history di successo nel retail

Gli strumenti di Facebook advertising sono alla portata di tutti e possono avere un successo al di là di ogni aspettativa. A patto, però, di saperli usare con metodo, criterio e – soprattutto – strategia.

Ogni azienda – lo diciamo spesso – è unica. Unica perché ha determinati obiettivi, risorse definite di cui disporre, il proprio contesto competitivo e i propri pubblici di riferimento, e un’identità da conoscere e tutelare. In quest’ottica, prendere spunto dai casi di successo non significa copiare. Al contrario, significa riflettere su come alcune aziende abbiano lavorato duramente per acquisire piena consapevolezza di tutti questi elementi, arrivando a elaborare una strategia efficace. Facebook for business presenta decine di campagne di Facebook advertising particolarmente riuscite. Ne abbiamo scelte due, entrambe relative ad aziende retail, da raccontarvi e commentare con voi.

 

Aeroflex

Aeroflex è una ditta produttrice di letti e materassi, che ha deciso di ricorrere agli strumenti di Facebook advertising per incentivare le visite ai suoi 16 negozi in Israele. Le funzionalità della piattaforma hanno permesso di lanciare campagne targettizzate sulla base dei dati dei clienti dei singoli punti vendita. Per la prima scrematura del pubblico è stata lanciata una campagna video. Gli utenti che arrivavano oltre la metà della visione diventavano target degli annunci che li invitavano a recarsi in uno dei negozi.

La campagna, della durata complessiva di 30 giorni, ha raggiunto risultati di tutto rispetto.

  • Migliaia di interazioni tra Aeroflex e il suo pubblico.
  • Miglioramento della brand awareness.
  • Significativo aumento delle visite ai negozi.
  • +25% nel volume di vendite.

 

Inglesina Baby

Inglesina Baby ha costruito una community attiva tramite la sua pagina Facebook, con una particolare enfasi sulla condivisione di foto ed esperienze. Alla fine del 2014 ha investito sul Facebook advertising, focalizzandosi sullo storytelling e sugli UGC relativi alle emozioni della maternità e della paternità.

La prima campagna ha fatto ricorso a quattro video che dipingevano la tipica famiglia italiana, con l’obiettivo di raccontare la storia di Inglesina in un modo ingaggiante ed emozionale. Gli strumenti di adv hanno permesso di sviluppare lo storytelling, invitando il pubblico di ogni video a guardare anche il successivo.

Una seconda campagna si è focalizzata sulle madri in attesa, incoraggiandole a celebrare la propria gravidanza con l’Inglesina Selfie Contest e invitando gli amici a condividere, votare e commentare.

Ecco i risultati delle due campagne, condotte tra il 13 novembre e il 24 dicembre 2014.

  • Fino al 14% di click-through rate per i quattro video.
  • 50,000 partecipazioni al contest selfie.

Leave a Reply

LOGIN

Accedi alla tua area riservata