Single Blog Title

Anche i piccoli hotel possono avere grandi risultati col content marketing turistico
10
Set

Marketing turistico: piccole strutture, grandi risultati

Da un lato, lo strapotere delle OTA che catalizzano su di sé una fetta preponderante del traffico proveniente dai motori di ricerca, spesso tagliando completamente fuori il sito della singola struttura. Dall’altro lato, le grandi catene alberghiere che sfruttano le economie di scala e la forza del proprio brand e hanno i mezzi economici per regalare agli ospiti strumenti avanzati come le app. In un contesto del genere, è possibile che il piccolo hotel indipendente si senta schiacciato. E che si convinca del fatto che, in fin dei conti, il content marketing turistico non sia affare per lui.

Nulla di più sbagliato! Il content marketing può garantire ottimi risultati anche agli hotel indipendenti: la chiave è quella di non limitarsi a “rincorrere” i più grandi ma, al contrario, capire qual è il patrimonio che proprio loro, in prima persona, possono mettere in campo. Non saranno le grandi dimensioni, non saranno i mezzi economici, ma non è detto che non possano avere qualcosa di ancora più importante: il legame col territorio.

Quali sono i migliori ristoranti nei dintorni? Quale tram bisogna prendere per arrivare alla stazione? Vale la pena di visitare la mostra al Museo di Arte Contemporanea? Queste e altre sono le classiche domande che qualsiasi turista si pone in loco. E chi può rispondere meglio di un albergatore che negli anni ha accumulato un prezioso bagaglio di conoscenze sul proprio territorio? Se è questo il patrimonio più prezioso per una piccola struttura, sarà proprio questo che bisognerà comunicare e valorizzare con la propria strategia di content marketing turistico.

Reknown, blog dedicato al marketing turistico, dedica un interessante post a questo tema. E cita una best practice molto particolare: quella di TAMBO BANQUILO, un alloggio a conduzione familiare nel cuore della Foresta Amazzonica Peruviana. Un case study che ha tutti i caratteri di una sfida:

  • La struttura è apparentemente distantissima dal mondo del digital marketing turistico.
  • Il budget a disposizione è molto limitato.
  • Non si può esternalizzare la produzione dei contenuti a terzi che non hanno una conoscenza approfondita della complessa realtà del luogo.

La soluzione è stata Birding in Manù, una guida al birdwatching pubblicata in ebook e inserita in una strategia progettata dall’agenzia i&i travel media.

Lancio

L’ebook è pubblicato in una landing page dedicata e ottimizzata per i motori di ricerca, è integrato con la pagina Facebook di Tambo Tranquilo e ottimizzato per la condivisione social. L’iniziativa è supportata da una campagna di Digital PR che porta ottime recensioni dagli esperti.

Post lancio

La pubblicazione di contenuti a pagamento su vari network (Google Display, Facebook e Outbrain) amplifica il raggio d’azione della campagna PR. Una campagna di retargeting fa in modo che i visitatori ritornino dopo la loro prima visita.

I risultati

  • ROI del 425%
  • Visitatori unici: +160%
  • Link e referrals da decine di siti autorevoli
  • Bounce rate: -55%
  • Iscrizioni alla newsletter: +661%
  • Lead: +290%

Leave a Reply

LOGIN

Accedi alla tua area riservata